giovedì 30 settembre 2010

saggezza cinese







p.s. la battuta non è mia

mercoledì 29 settembre 2010

il tabù della resistenza

Un post su Wolfstep riguardante il libro il Sangue dei Vinti di Giampaolo Pansa mi ha fatto pensare che  nelle aree d'Italia dove erano molto forti le componenti comuniste della resistenza si fosse portata avanti  l'eliminazione anche fisica delle componenti antifasciste non comuniste era in effetti risaputo.

E ciò in un'ottica strategica in linea con la teorizzazione leninista-gramsciana di assalto alla cittadella del potere.

Perchè un conto sono i "regolamenti di conti" tipici di ogni guerra civile con il corollario anche di eccessi da inquadrarsi,  nel contesto specifico ed un conto è l'eliminazione di "ex alleati" non più utili.

Comportamento di tipica derivazione Bolscevica, che si avrà a riscontrare in altre zone del mondo ove, a seguito di guerre civili, la fazione marxista immancabilmente cominciava a eliminare le altre componenti (Cuba, Nicaragua).

Nell'area di Bologna, si colse l'occasione del caos post armistizio per "portare avanti" la lotta rivoluzionaria:
"9 luglio 1945
Elenco degli agricoltori che furono assassinati in provincia di Bologna dall'inizio dell'attuale conflitto agrario (autunno 1944) all'8 luglio 1945 in seguito a minaccia aperta o clandestina esercitate sugli agricoltori allo scopo di estorcere l'adesione ai capitolati di lavoro, stabiliti unilateralmente e promossi da taluni elementi incontrollati perturbatori della pace e dell'ordine nelle campagne...
Avvertenze:
1°) I nominativi del presente elenco furono desunti da informazioni richieste qualche tempo fa da questa Associazione nei 61 Comuni della Provincia. Da molti Comuni, specialmente di zona collinare e montana, date le difficoltà delle comunicazioni, le informazioni non sono ancora pervenute;
2°) sono compresi nell'elenco soltanto i nominativi di coloro che, per sicura indagine, furono uccisi per moventi strettamente inerenti l'attuale conflitto agrario. Furono esclusi i nomi di quegli agricoltori la cui uccisione lasciava anche soltanto qualche sospetto, di un movente, sia pure indiretto, avente riflessi politici e che poteva mettere in dubbio il movente agrario come causa determinante;
3°) per le suesposte ragioni è da ritenersi che, pervenute tutte le informazioni e tenuto conto dei criteri di prudenza (che il dubbio induce a tradurre in eccessiva obiettività) adottati nel compilare l'elenco, questo dovrebbe estendersi a un numero di vittime almeno doppio se non triplo di quello che viene trasmesso."
Da Aa. Vv., Cinquant'anni di storia dell'Unione degli agricoltori della provincia di Bologna, introduzione di Giorgio Cantelli Forti, Bologna, Unione agricoltori della provincia di Bologna.

Il destino(?) ha voluto che il libro di Pansa  creasse, a differenza di altre opere, estremo scompiglio tra i Guardiani della Resistenza, compiendo così un'operazione prima non riuscita: la rottura di un tabù.

Chè in italia invece di essere considerata pagina di Storia da approfondire , la Resistenza è considerata Mito di Fondazione e, come tale, intoccabile.

martedì 28 settembre 2010

questa sì che è classe

".......................Tornando alla ricerca in Israele, non c'è bisogno di scomodare il Mein Krampf per sapere che il popolo di Giuda non ha un buon rapporto con la cenere .......conosco molto bene Mark Weiser del Dipartimento di Psichiatria dell’Università di Tel Aviv e posso mettere la mano sul forno sulla sua assoluta inattendibilità" 


Grazie per la lezione di buon gusto  che ci ha dato nuovamente  "essere disgustoso" nel suo simpatico post  ("la posta segreta del signor Veronesi") sulla ricerca condotta dall'università di Tel Aviv sugli effetti del fumare:

questa sì che è classe!

complimenti!

lunedì 27 settembre 2010

ho vinto un....



come al solito.

 

Ed ho anche sbagliato manifestazione.
Mi avevano detto di andare a Cesena che c'era la consegna dei NerchiaNera.
Ed invece c'era un tizio grasso e sudata con la barba che mi pare di ricordare che facesse pubblicità agli iogurts.
Che se non fosse stato per la barba avrei pensato di trovarmi in un ashram di Sai Baba.
Probabilmente adesso si è messo a fare quei raduni automotivazionali per depressi cronici, perchè diceva che loro erano bravibbuoni, il meglio del melgio del meglio insomma roba a 1000 carati.
Boh..
Chiedo ad un giovine con una falce e martello tatuata sul braccio dove'è che si andava per ritirare il Premio, il tizio in lacrime si stava fustigando la schiena con una copia del Fatto Quotidiano, ma gentilmente interrompe l'operazione, mi guarda e mi dice urlando
"Ma ti rendi conto quanti siamo, ma ti rendi conto, qua noi si fa la rivoluzione, la rete...la rete... sostituisce il parlamento...
il webbe 2.0...siamo milioni..il mondo è nostro...le scie chimiche..l'inceneritore.....La senti l'energia eh? la Senti?"
Proseguo oltre...
Devo andare un bagno, prendo una scala ...


mi ritrovo da solo  sul palcoscenico, vedo il tizio barbuto che mi dice di venire avanti, io un po' titubante mi avvicino e chiedo se è lì che mi danno il premio, lui mi abbraccia ed urla alla folla:

"ecco l'uomo che ci porterà alla vittoria alle prossime elezioni, il nostro candidato, sentiamo cosa ha da dire"

mi passa il microfono,
lo prendo e  non so cosa dire
sono nel panico

mi viene però in mente una cosa che ho visto in tv..
un tizio  di fronte a tante persone, 
tante  bandiere che sventolavano, 
il tizio diceva una frase e la gente urlava contenta, contenta, 
e lì le bandiere ci sono, le persone pure,
va be' dai allora lo dico anch'io, che se ha funzionato una volta andrà anche bene adesso..

prendo fiato ed urlo







"Roma ladrona la Lega non perdona!!"




 Però non è successa la stessa cosa che avevo visto in tv, è calato un silenzio totale, il barbuto mi guardava a bocca aperta, io allora l'ho ringraziato, mi sono scusato e me ne sono andato via, di corsa.

giovedì 23 settembre 2010

che bella la vita




Ah, che bella l'aria fresca del mattino!!
Gli uccellini cinguettano il loro amore e mi accompagnano nel mio dolce viaggio in bici verso il posto di lavoro










Le ragazze  mentre passo gioioso, intonano dolci versi:

Moon River, wider than a mile,
I'm crossing you in style some day.
Oh, dream maker, you heart breaker,
wherever you're going I'm going your way.
Two drifters off to see the world.
There's such a lot of world to see.
We're after the same rainbow's end--
waiting 'round the bend,
my huckleberry friend,
Moon River and me.













Arrivo sul posto di lavoro e la guardia all'ingresso mi accoglie con un sorriso da scioglierti l'anima:

- Buongiorno - dico io
-Buongiorno a lei - dice lui
-Magnifica giornata, nevvero?
-Ah, sì magnifica, magnifica, ancora buona giornata
-Anche a Lei, anche a Lei.










Entro in ufficio che condivido nella pace e nella gioia con le mie due colleghe di lavoro, 
mi siedo alla mia scrivania,
accendo il pc,
metto le cuffie 
e ascolto questo




TUTTO IL GIORNO



mercoledì 22 settembre 2010

mettono la troga nell'acqua: ecco le prove

 Questa mattina, in bici in c.so Cairoli,

colgo sulla sinistra davanti a me, ragazzotto sul marciapiede che  pur vedendomi chiaramente,
fuori dalle strisce,
decide di attraversare tagliandomi la strada,

io proseguo imperterrito avendo la precedenza...

lui continua a guardarmi...ed ad avanzare
io proseguo... guardandolo

ci guardiamo...
ed avanziamo...

Se tutti e due avessimo proseguito a quella velocità  mi sarebbe scorso davanti senza problemi


ed invece.....

all'ultimo momento mi si blocca in mezzo alla strada guardandomi con questa faccia precisa, precisa:


che a Modigliani ci fa una pippa


come un cazzo di gatto davanti a i fari di un'automobile 
costringendomi all'inchiodata
con sgommatina della ruota posteriore.. 

Proseguo continuando a guardare il chiaramente sotto droga, ragazzotto che scopro anche dotato di auricolari ipoddici, non però senza aver appioppato al Creatore del Cielo e della Terra attributi in genere precipui della famiglia dei suidi.

martedì 21 settembre 2010

difendo solo me stesso

Più vado in giro per i vari blogs e leggo i commenti, più mi convinco che Stirner avesse ragione.

Io rifiuto un potere conferitomi sotto la speciosa forma di "diritti dell'uomo". Il mio potere è la mia proprietà, il mio potere mi dà la proprietà. Io stesso sono il mio potere... e per esso sono la mia proprietà


francamente il resto mi sembrano soltanto parole.

che noia che barba che noia

un fantasma si aggira per l'Europa

In Svezia è entrato nel parlamento  un partito definito dalla stampa internazionale come "xenofobo", "razzista"  ecc.
Così come viene definita la Lega in Italia.

In merito le due posizioni prevalenti sono:
  1. Chi nega l'esistenza delle "problematiche" (degrado dovuto all'immigrazione, delinquenza crescente, estremismo politico-religioso ecc.) che vengono addotte da tali partiti al fine di giustificare la loro discesa in campo.
  2.  chi ritiene esistenti le "condizioni sociali" che spingono la gente a votare tali formazioni. che però, subito dopo quasi a ripulirsi la coscienza ed a porre una distanza netta, comincia ad affermare che tali formazioni usano in maniera "strumentale"  tale disagio..(per quale oscuro fine poi non lo spiegano).

Il fatto è che, chi amministra uno Stato ha il dovere di migliorare le condizioni sociali delle persone insediate sul proprio territorio (e capita che ci siano popolazioni che sono insediate su un certo territorio da secoli),  non essere il Viatico ai Mali del Mondo ed in particolare ai Mali compiuti dal Occidente Sfruttatore, che di fronte alle Masse diseredate di Tutto il Pianeta deve chinare il capo, cospargerselo di cenere, chiedere scusa, aprire le porte della propria casa, dicendo "Entrate pure, quello che è mio è anche vostro, evviva, evviva l'Internazionalismo socialista!", "Hasta la Victoria, Siempre..." ecc.

Il bello è che questa idea non è  assolutamente diffusa tra "il popolo", bensì solo tra un'elite di intellettuali salottieri fancazzisti, col culo bello coperto, che col cazzo che aprono le porte agli immigrati a meno che non entrino per pulirgli il cesso.

Mica sono l'operaio o l'impiegato che facendosi un mazzo come una capanna sta cercando di comprarsi l'alloggio accendendo un mutuo trentennale e che ad un certo punto si vede trasformare il quartiere in una casba ( e non mi frega un cazzo di come si scrive in maniera corretta) piena di troie e spacciatori, che anche volendosene andare, rivendendo l'alloggio, non può perchè l'intera zona è stata svalutata.

Ecco questa politica ben diffusa in Europa, oggi non regge più.
Si creano nuove formazioni politiche che, per l'intellettuale salottiero, "utilizzano strumentalmente" le "pauve della gente" ma che in realtà sono semplicemente la "risposta democratica" di chi,  credendo che le attuali politiche "sociali" siano fallimentari si organizza in "partiti" per proporre nuove "soluzioni".

Che non sono "soluzioni finali" di nazistica memoria, come si vogliono, più o meno in mala fede, dipingere.
Ma che sono basate su un semplice principio: "padroni a casa nostra" e non: "ricostruiamo il IV Reich"!!.

Faccio notare infine  che coloro che ritengono tale principio razzista, xenofobo, fascista ecc. sono gli stessi che si battono (a parole) per "l'autodeterminaizone dei popoli" (specie quello palestinese, strano, mandando affanculo però quello israeliano, ancora più strano) , pronti a scendere in piazza appena giunge loro la notizia che la popolazione xyz spersa nel profondo della foresta Misteriosa è minacciata dalla Malefica Multinazionale Di Turno.
Le ideologie politiche morenti del secolo passato, si scontrano contro un dato etologico di base:
la difesa del proprio territorio da parte della popolazione (ecologicamente definita) ivi insediata.
ps. dubito che si possa applicare il termine "xenofobo", in maniera semanticamente corretta, ad un movimento/partito politico, a meno di immaginare di poter applicare ad esso anche i termini:

agorafobo
aracnofobo
rupofobo
ceraunofobo ecc.

lunedì 20 settembre 2010

oggi a pranzo: pensieri positivi

Sarà che è lunedì, sarà che nonostante l'autunno si avvicini, continua un clima estivo, non so...

ero in coda per prendere da mangiare e qundo le due tizie davanti a me, dopo che una si era lamentata in maniera passivo- aggressivo del fatto che non c'erano i secondi e la signora dietro al banco aveva spiegato che l'avevano avvisata all'ultimo per la sostituzione e che quindi aveva dovuto fare tutto di corsa,

dopo che l'altra tipa che era vestita che sembrava una comparsa di un video degli Spandau Ballet ( e non sto esagerando)

ecco dopo che 'sta cazzo di clown ha ripertuto dieci volte che voleva il cus-cus, pronunciandolo in una maniera che mi dava veramente fastidio (anche se io non so assolutamente come si pronuncia quella parola, però la tipa voleva pronunciarla in quella maniera come a dire "sentite come lo pronuncio io 'sta parola, io la pronuncio come dio comanda, non come voi  volgari mortali, perchè solo io so come si pronuncia veramente")...

ecco lì la mia mente ha preso il volo....

mi sono immaginato in Piazza Castello a Torino, seduto su una panchina mentre sorseggio una granita,





alzo gli occhi al cielo e vedo arrivare dei missili con sopra la faccia di minchia di amadinegiad,











e vedo i funghi nucleari che si innalzano sulla città, la gente che urla scappando e viene incenerita




ed io rido prima di dissolverrmi nel vento,
pensando a come in effetti
si pronunci
la parola

CUS CUS


venerdì 17 settembre 2010

Nerchianera Award: appello alle armi


POPPOLO DEI BLOGS...

Un'ora segnata dal destino batte nel cielo della nostra patria blogosferica.

La dichiarazione di guerra 

è già stata consegnata  


E' GIUNTA L'ORA DELLE DECISIONI IRREVOCABILI!!


Scendiamo in campo contro il web 2.0  dominatto dai blog demo-plutocratici, impegnati soscialmente e radicalscic della blogosfera, che, in ogni tempo, hanno ostacolato la marcia, e spesso insidiato l'erezione medesima del popolo bloggante.


by mitica Rachel Barnacle


Noi impugnamo la nerchia



PER RISOLVERE E CONQUISTARE!!

Noi vogliamo spezzare le catene politcallicorrect
che ci soffocano nei nostri ma soprattutto nei loro blogss!

Poiché il  popolo Sturmdranghista non è veramente libero se non è libbero di sparare minchiate sgrammaticate e prive di senso condite di zinne, nerchie e qualunquismo.
Questa lotta gigantesca, come la nerchia che ci ispira, non è che una fase dello sviluppo logico della nostra


È la lotta dei blog sturmdranghisti e numerosi di braccia e di nerchia,

contro gli affamatori che detengono ferocemente il monopolio della grammatica e che sferzano il popolo gnurante che guarda in TV  il Grande Fratello e l'Isola dei Famosi, che hanno la puzza al naso
non rendendosi conto che
quell'odore di merda che sentono sempre 
arriva dal loro culo.


È la lotta dei blogs fecondi e giovani

viva la gnocca!


contro i blogs isteriliti e volgenti al tramonto.

È la lotta tra due secoli e due idee.

La blogosfera, proletaria e sturmdranghista, è per la prima volta in piedi eretta, forte, fiera e compatta.
Come non mai.

La parola d'ordine è una sola, categorica e impegnativa per tutti!!

Essa già trasvola ed accende i cuori dalle Alpi all'Oceano Indiano: 




lunedì 13 settembre 2010

bestUAARio: Margarita Ak47

Quello che segue vorrebbe essere il primo di alcuni post dedicati allo UAAR, Unione degli  Atei e degli Agnostici Razionalisti ed in particolare ad alcuni suoi eminenti esponenti.

Dei piccoli cameo in onore di chi della razionalità si serve per poter spazzare le nebbie dell'ignoranza che, come è noto è la madre di tutte le religioni.

Iniziamo con Margherita Hak



 "noi atei crediamo di dover agire secondo coscienza per un principio morale non perchè ci aspettiamo una ricompernsa in paradiso"

Margherita Hack,  orgogliosa comunista candidata alle europee del 2009 con la lista di Rifondazione Comunista e Comunisti italiani   "nella speranza che questo sia utile alla causa dei comunisti e della sinistra".

Firmataria dell'infame Appello contro il Commissario Luigi Calbresi, che fu  uno degli atti che diede "giustificazione morale" all'assassinio politico dello stesso.

Pochissimi rispetto a tale scritto chiesero scusa  ma non la nostra "moralista" che evidentemente non contenta, firma assieme a Pietro Vangeli, Segretario nazionale dei CARC.  anche l'appello "Gaza Vivrà" di cui riporto un estratto:

“Un milione e mezzo di esseri umani sono sotto assedio, accerchiati dal filo spinato”.° 
Come nei campi di concentramento nazisti essi sopravvivono in condizioni miserabili, senza cibo né acqua, senza elettricità  né servizi sanitari essenziali”.
“L´esercito israeliano continua a martellare Gaza con bombardamenti e incursioni terrestri pressoché quotidiani in cui periscono quasi sempre cittadini inermi”.
“Una parola soltanto può descrivere questo macello: GENOCIDIO!”.
“Una mobilitazione immediata è necessaria affinché venga posta fine a questa tragedia”.
“Ci rivolgiamo al governo Prodi affinché:
1. Rompa l´embargo contro Gaza cessando di appoggiare la politica di due pesi e due misure per cui chi sostiene al-Fatah mangia e chi sta con Hamas crepa;
2. Si faccia carico in tutte le sedi internazionali sia dell´urgenza di aiutare la popolazione assediata sia di quella di porre fine all´assedio militare di Gaza;
3. Annulli la decisione del governo Berlusconi di considerare Hamas un´organizzazione terrorista riconoscendola invece quale parte integrante del popolo palestinese”.

Bell'esempio di "razionalità" e lucidità politica.

In pratica una tizia che aderisce ad un'ideologia basata su degli assunti totalmente metafisici, il comunismo, che nel mondo a fatto milioni e milioni di morti, si permette di giudicare chi crede in una religione dicendo che agisce solo per una ricompensa.

Mentre lei agisce in base ad un principio morale.

Quale sia questo principio morale che, deduco, dovrebbe dare conseguenze differenti da quelle da lei imputate alla religione e che la porta ad appoggiare i terroristi macellai di Hamas ed a linciare mediaticamente chi non le piace, mi sfugge.

giovedì 9 settembre 2010

Pirla burning day

Gainesville, Florida, USA, 11 settembre 2010.





Allora..
Innanzi tutto buongiorno, sono Zeb Macahan.
Sono stato incaricato di spiegare due cose veloci su una questione che pare stia creando un po' di problemi in giro per il mondo.

Mi riferisco all'iniziativa lanciata dal reverendo Terry Jones in occasione della ricorrenza dell'11 settembre.
Sì, sì mi riferisco al Coran burning day.
La faccio veloce...

Il tizio è evidentemente un rincoglionito di prima.

Messo in chiaro questo però si fa presente che il farloccone vuole bruciare delle copie del corano che si comprerà a spese proprie e dei suoi 50 fedeli, non ha detto di imbracciare le armi e di sparare in faccia ai musulmani o dar fuoco alle moschee.
Il sindaco Bloomberg ha riassunto bene la questione.

Cioè, chiunque potrà tranquillamente continuare ad andare in moschea, a professare la propria fede, a comprarsi un Corano ed a leggerselo.
Così come sarà possibile costruire una moschea a Ground Zero.

Cose che ai credenti non-musulmani,  sono abitualmente impedite od ostacolate nei paesi dove vige la teocrazia islamica e dai quali parlano molti che si stracciano le vesti per l'iniziativa del Jones.




Abitualmente condannate a morte chi si permette di citare il Corano in una maniera che voi ritenete blasfema, tipo Rushdie,  uccidete chi fa dei documentari che non vi piacciono come Theo van Gogh, pianificate attentati contro chi fa vignette satiriche.
Se tanto mi da tanto, per l'idea del reverendo pirla quindi, farete giù un casino senza precedenti.







Il tizio vuole bruciare dei libri, non stuprarvi la moglie o ammazzarvi i figli.
Il concetto è chiaro?

Tutto il bailame che avete fatto è servito unicamente a dare risalto all'iniziativa di un minus habens, che ripeto "aveva" 50 fedeli, prima di tutto 'sto casino.
Pensate solo che più sbraitate più quello si frega le mani. Se facevate finta di niente il tizio rimaneva scornato.

Se poi siete talmente fuori da non capirlo non mi interessa.

Quello che invece mi interessa spiegarvi in maniera chiara è quello che capiterà se, a seguito del falò del corano, voi doveste torcere un capello a qualcuno o ad inscenare  manifestazioni violente.

Lascio quindi la parola  al mio collega Andy Sipowicz per illustrare meglio il concetto. 







Grazie Zeb.
Buongiorno.
La faccio breve anch'io.
Avete tutto il diritto di protestare pacificamente per l'iniziativa di quella testa di cazzo di Jones.
Potete anche bruciare delle bibbie se volete.
Boicottare in maniera pacifica quello che vi pare.

Ma se tenterete  di fare quello che avete già fatto nei casi sopra elencati dal collega, se metterete in atto cioè ritorsioni fisiche contro chicchessia o condannerete a morte qualcuno od organizzerete manifestazioni violente, il risultato sarà questo:










Cordiali saluti.

mercoledì 8 settembre 2010

qualche?

Link.

E poi perchè solo le donne?
Questa è discriminazione!

cronache del dittatore in italia

E' giusta l'indignazione per quello che è capitato, son cose che non si sono mai viste, eccheccavolo!

Guardatevi bene lo sbarco del dittatore all'areoporto di Ciampino.

armistizio dialettico?






Ponendo una certa attenzione nell'eseguire la procedura di installazione, le probabilità di malfunzionamenti si ridurrebbero al minimo.








e cioè:








 Ma porca troia! 
E' la quarta volta che il rotolo degli asciugamani di carta si incastra nel dispenser!
Eccheccazzo, ci vuole una laurea in ingegneria meccanica per ficcare un rotolo lì dentro!


martedì 7 settembre 2010

alla guida di un partito


La guida di un partito non può prescindere da alcune considerazioni, in merito alle norme relative alla circolazione stradale, vigenti in Italia.

Prendiamo l'esempio sottostante:



 La macchina B, volendo passare indenne il pericoloso incrocio che gli si para innanzi, come dovrà comportarsi?

Data la vigente precedenza  a destra, se B attraversasse l'incrocio guardando a sinistra  il suo viaggio  si concluderebbe così:





 B dovrà quindi, per uscire indenne dalla situazione, necesssariamente  far passar prima N:



seguendolo a ruota:



Potendo infine  così transitare anche la macchina L:



Fossimo in Inghilterra, Australia, Giappone il discorso sarebbe diverso, ma essendo prevalsa in Italia la guida a sinistra delle autovetture , la precedenza a destra è diventata necessaria per un sicura circolazione sulle strade.

Buon viaggio a tutti.

lunedì 6 settembre 2010

PiemHot

Oh! Finalmente!
Qualcuno che lo certifica e sfata un mito.
Chè se uno in effetti pensava a Monsù Travet ed a Macario mica ci credeva, ed invece.....
leggete qui 






La bella Giacometta d'ora in poi la dovrete immaginare così: